La forma cortese "masu" ます in Giapponese

Author Anna Baffa Volpe for article 'La forma cortese "masu" ます in Giapponese'

Anna Baffa Volpe

9 min di lettura

Quando si approcciano i verbi nello studio della lingua giapponese 日本(にほん)() la forma in "masu" ます(けい) viene appresa spesso prima di trattare la "forma del dizionario" ()(しょ)(けい) o (げん)(けい) "forma base, infinito" .

Ritengo non sia fondamentale l'ordine con cui si studiano le parti del discorso. Dato che la lingua è prima di tutto uno strumento di comunicazione, penso sia utile fare una selezione degli elementi, delle parti e delle forme da cui partire, in relazione alle proprie esigenze e finalità.

Certamente le basi da cui partire sono le due forme verbali ovvero:

  • La forma piana che si utilizza in un contesto colloquiale
  • La forma in masu del verbo.

In questo post ci soffermiamo sulla forma in masu.

Che cos'è e quando si usa la -ます(けい)

La forma in masu è una forma verbale che termina con il suffisso "masu", come ad esempio ()みます leggo o leggerò; ()きます vado o andrò.

L'utilizzo di questa forma è in un contesto di cortesia, verso persone al di fuori del nostro mondo (うち) "uchi", il quale comprende la nostra famiglia, i nostri amici e tutte le persone a noi vicine e con cui abbiamo confidenza.

Nel mondo (うち) (uchi) utilizziamo un linguaggio non formale, colloquiale che prevede la forma verbale piana, del dizionario

Il mondo esterno, cioè al di fuori della nostra stretta cerchia riguarda il concetto di (そと) "soto" che significa appunto fuori, esterno e si riferisce alle persone con cui non abbiamo legami stretti, gli estranei oppure in ambito più strettamente gerarchico possono essere i nostri superiori sul posto di lavoro o gli insegnanti e i docenti.

Ad un livello base nello studio della lingua, la forma in "masu" è il giusto compromesso per situazioni di interazione con persone che non conosciamo

Linguaggio Keigo (けい)()

In ambito puramente gerarchico, di fronte a persone cui dobbiamo mostrare un certo rispetto fino ad arrivare a una sorta di riverenza, il registro cambia totalmente e andiamo verso il linguaggio (けい)() keigo, il linguaggio aulico, nelle sue varie forme.

Ad un livello base come anticipavo la conoscenza della forma in "masu" ci mette nelle condizioni di formulare le prime frasi semplici, in maniera cortese e adeguata.

Come funziona la forma cortese in "masu"

Prima di addentrarci nella forma ricordiamo una caratteristica della lingua giapponese: l'agglutinazione. Il verbo è composto da una base verbale fissa. Potremmo paragonarla a una "radice verbale" cui vengono aggiunti dei pezzetti, dei suffissi che formano i modi e i tempi del verbo.

Avremo suffissi per il negativo, per il passato, per i verbi servili, per la forma passiva e così via.

Si inizia tutto dalle basi e il verbo giapponese conferma questa visione!

Seguiamo per comodità 3 gruppi fondamentali per ottenere la base di cui abbiamo appena parlato e in seguito per creare la forma in "masu".

Verbi Ichidan (いち)(だん) ad una sola base

Sono i verbi la cui forma del dizionario termina in "eru" e "iru" e la loro comodità è che hanno una sola base che viene utilizzata per la formazione di tutti i modi e tempi.

La base per questi verbi si ottiene semplicemente omettendo la sillaba "ru" る finale:

  • ()べる "mangiare" forma del dizionario, base ()
  • ()きる "svegliarsi" forma del dizionario, base ()
  • ()める "decidere" forma del dizionario, base ()

Alcuni verbi costituiscono eccezione e non seguono la regola, come ad esempio il verbo "ritornare" (かえ)る appartiene alla serie dei verbi a 5 basi che troviamo di seguito.

Ora possiamo aggiungere tutti i suffissi che vogliamo alla base ottenuta. Qui di seguito trattiamo tutti quelli relativi al suffisso "masu":

  • masu (ます) forma il presente e futuro affermativo
  • masen (ません) forma il negativo presente e futuro
  • mashita (ました) forma il passato affermativo
  • masen deshita (ませんでした) forma il passato negativo
  • mashō (ましょう) forma invece l'esortativo
()べます。

Mangio.

()べません。

Non mangio.

()べました。

Ho mangiato.

()べませんでした。

Non ho mangiato

()べましょう。

Mangiamo!

Il verbo giapponese non viene coniugato secondo la persona, quindi ogni forma può avere come soggetto io, tu, noi, loro a seconda della situazione e del contesto

Verbi ()(だん) a 5 basi

Questa categoria di verbi costituisce la maggior parte dei verbi giapponesi. Non spaventiamoci dal numero 5 delle basi, si ricavano in maniera molto semplice.

Questi verbi vengono anche chiamati anche verbi in う, finiscono tutti con il simboli Hiragana appartenenti alla colonna う:

  • ()く "scrivere" sillaba く
  • ()む "leggere" sillaba finale む
  • (およ)ぐ "nuotare" sillaba finale ぐ

Le 5 basi si ottengono sostituendo la sillaba finale seguendo le 5 sillabe dello hiragana: あいうえお, かきくけこ, さしすせそ e così via.

  • ()か base in "a" o B1
  • ()き base in i "o" B2
  • ()く base in "u" del dizionario o B3
  • ()け base in "e" o B4
  • ()こ base in "o" o B5
La forma in "masu" si abbina alla base in "i" o B2
()きます。

Scrivo.

()きません。

Non scrivo.

()きました。

Ho scritto.

()きませんでした。

Non ho scritto.

()きましょう。

Scriviamo!

Verbi irregolari

Vi sono poi dei verbi che non seguono le regole indicate, costituiscono eccezione, sono numericamente limitati e formano il terzo gruppo:

  • する "fare" forma del dizionario; la sua base unica è し
  • ()る "venire" forma del dizionario, la sua base unica è (), き

Esempi basi verbali per forma in "masu"

Proviamo ora a formulare delle brevi frasi partendo dal verbo nella sua forma del dizionario, anche chiamata base in "u" o B3.

()る - Dormire

Verbo regolare che termina in "eru", quindi della categoria (いち)(だん).

()る la sua base unica diventa ().

()ます。

Vado a dormire.

10()()ます。

Vado a dormire alle 10.

(なん)()()ますか。

A che ora vai a dormire?

ぐっすり()ました。

Ho dormito profondamente.

する - Fare

する verbo "fare" a base unica し.

Il verbo suru è molto utilizzato nella forma "composti di suru" che prevedono un sostantivo + il verbo suru:

  • (でん)()する fare una telefonata, telefonare
  • (かい)(もの)する fare spese
  • (そう)()する fare pulizie
  • (べん)(きょう)する studiare
(とも)(だち)(でん)()しました。

Ho telefonato ad un amico

昨日(きのう)(かい)(もの)をしませんでした。

Ieri non ho fatto la spesa.

(とも)(だち)一緒(いっしょ)(べん)(きょう)します。

Studio con un amico

()()(そう)()します。

Pulisco la stanza.

()く - Ascoltare

Verbo della serie ()(だん) a 5 basi; delle cinque basi scegliamo la basi in "i" o B2 che si usa con i verbi in "masu".

()く forma del dizionario, la sua base diventa ()き.

ラジオを()きます。

Ascolto la radio.

(ひと)(はなし)()ません。

Non ascolto i discorsi degli altri

ニュースを()ませんでしたか。

Non hai sentito la notizia?

Nella frase precedente è stata usata la forma interrogativa negativa.

Una nota alla risposta:

  • Se diciamo sì! はい, confermiamo quello che la persona ha espresso nella domanda: "sì giusto, non l'ho sentita": はい、()ませんでした。
  • Se rispondiamo no! いいえ, ribaltiamo quello che ci è stato chiesto: "no ti sbagli, l'ho sentita": いいえ、()ましたよ!

()る - Uscire

Il verbo termina in "eru" e appartiene quindi alla prima categoria, i verbi a base unica. ()る forma piana del dizionario, la sua base unica diventa ().

()(ごと)()(あさ)()(いえ)()ます。

Nei giorni di lavoro, esco di casa alle 8 del mattino.

In questo post abbiamo visto la forma in "masu", quando si usa e come funziona. Nei prossimi post vedremo le altre forme, per imparare come si formano e in quali contesti è meglio utilizzarle.

A presto.

Parole chiave

gokugoku appgokugoku bloggokugoku newslettergiapponese newsletterimpara il giapponesestudio del giapponeseforma corteseforma masuforma cortese o masuforma ますcome funziona la forma cortesequando usare la forma cortese

Impara qualcosa di nuovo ogni settimana 🇯🇵 🇮🇹

Ogni settimana nuovi spunti, notizie e spiegazioni sulla lingua Giapponese, direttamente sulla tua email 📧

Ti potrebbe interessare 👇

Come iniziare a studiare il Giapponese dall'Italiano
Come iniziare a studiare il Giapponese dall'Italiano

Scopri come imparare il Giapponese dall'Italiano. Guida completa su come iniziare e come funziona il Giapponese per italiani.

Come leggere un manga in Giapponese
Come leggere un manga in Giapponese

Guida dettagliata passo dopo passo su come imparare a leggere un manga in lingua originale Giapponese.

Espressioni e parole con il kanji 目
Espressioni e parole con il kanji 目

目 rappresenta molto di più della parola occhio: impariamo le espressioni e parole che contengono il kanji 目.

Imparare a leggere i caratteri Hiragana in Giapponese
Imparare a leggere i caratteri Hiragana in Giapponese

Il primo passo per imparare la lingua Giapponese è l'Hiragana. Oggi impariamo a leggere i caratteri Hiragana in Giapponese.

Introduzione alle Particelle in Giapponese
Introduzione alle Particelle in Giapponese

Le Particelle o Posposizioni sono fondamentali in Giapponese e servono per specificare grammaticalmente il significato della frase.

これ, この, それ, その, あれ, あの | Kosoado, Parte 1 - Impara Grammatica Giapponese
これ, この, それ, その, あれ, あの | Kosoado, Parte 1 - Impara Grammatica Giapponese

Impariamo i termini これ, この, それ, その, あれ, あの in Giapponese. Questi fanno parte dei Kosoado, sono pronomi e aggettivi dimostrativi che significano Questo/Quello.