Guida completa ai Katakana in Giapponese

Author Anna Baffa Volpe for article 'Guida completa ai Katakana in Giapponese'

Anna Baffa Volpe

10 min di lettura

Ben ritrovati, come procede lo studio della grammatica giapponese e dei suoi sistemi di trascrizione?

Abbiamo imparato negli ultimi due post il sillabario hiragana che traduce tutta la fonetica giapponese, dai suoni puri nella prima parte, ai suoni impuri, semipuri, contratti che completano il sillabario.

Oggi ci dedichiamo ai nostri nomi e cognomi! Introduciamo il secondo sillabario giapponese chiamato Katakana. Potete trovare il termine scritto in kanji 片仮名 oppure con le sillabe dello stesso sillabario カタカナ.

Dove nasce e cosa significa "Katakana"

(かた) significa da una sola parte, unilaterale e rappresenta l'incompletezza dei caratteri, chiamati kana ()(). Questo nome nasce dal fatto che le sillabe katakana derivano da parti di kanji (come quelle hiragana). Esse erano utilizzate inizialmente per la stessa lettura kanji.

Hiragana e Katakana creati da parte dei kanji
I 5 kanji che hanno generato le 5 vocali

Quando si usano i Katakana

Oggi il sillabario katakana viene utilizzato per scrivere tutti i termini non giapponesi, i prestiti dalle altre lingue, i nomi stranieri, i termini relativi al mondo dell'informatica, dei media, delle nuove tecnologie, così come per le onomatopee oppure per enfatizzare alcune parole particolari.

Per lo hiragana abbiamo trattato singolarmente tutte le serie, dalle vocali alle varie sillabe. Nel caso del katakana non è necessario apprendere subito e in ordine tutte le sillabe.

L'utilizzo che viene fatto di questo sillabario come abbiamo anticipato è per i termini stranieri. Vedremo così degli esempi concreti e pratici.

Ecco le tabelle con le stesse serie che abbiamo visto per lo hiragana.

katakana
Tabella del katakana con i suoni puri
katakana
Suoni semipuri, impuri, contratti del sillabario katakana

Nuovi suoni nel sillabario Katakana

Nel corso degli esempi, troveremo sillabe e suoni in sintonia con le sillabe giapponesi, presenti cioè nel repertorio della fonetica giapponese.

I suoni ca, chi, cu, che, co seguono la serie del sillabario カキクケコ
  • la parola cuoco scritta in katakana diventa クオコ
  • il nickname Achi diventa アキ

Altri suoni invece non esistono nella fonetica Giapponese. Questo perché molti suoni derivano da parole straniere, le quali contengono lettere e sillabe diverse da quelle Giapponesi.

Per questo motivo questi suoni andranno formulati, utilizzando e combinando in modo diverso i caratteri del sillabario esistenti.

Come trascrivere parole straniere in Katakana

In questo paragrafo impariamo come trascrivere ogni parola in caratteri katakana. Dato che il Giapponese è per lo più composto da sillabe, sarà necessario avere delle regole per tradurre suoni e caratteri che non sono presenti nella lingua Nipponica.

Come tradurre la "L" in Giapponese

La consonante L e la serie la li lu le lo

Questa lettera viene sostituita dalla consonante R in giapponese e la serie che viene utilizzata è quindi ラ リ ル レ ロ

Trascrizione Katakana di sillabe Giapponesi

Il nome Luca viene quindi sritto ルカ ruka.

Ricordiamo che nella lingua giapponese 日本(にほん)() abbiamo una sola semiconsonante N e suoni sillabici, composti quindi da consonante + vocale.

Occorre in primo luogo adeguare il termine straniero alla fonetica giapponese individuando vocali, semiconsonanti e sillabe, per poi procedere con la trascrizione

Mario マリオ è semplice, contiene sillabe e vocali che già esistono nel sillabario e si scompone in:

Così per Antonio アントニオ:

Trascrizione Katakana di 2 consonanti consecutive

Tutte le sillabe in Giapponese sono composte da una consonante e una vocale. Come possiamo allora trascrivere tutte quelle parole che contengono 2 consonanti consecutive?

Un esempio è il nome Marco:

  • ma esiste come sillaba Giapponese: マ
  • r o rc non esistono in Giapponese. Abbiamo qui una doppia conosonante rc. In questi casi la prima consonante si trasforma nella sillaba in u: ru
  • co esiste come sillaba コ ko
Il carattere "C" viene trascritto come "K"

Un altro esempio particolare è quando la doppia consonante è all'inizio della parola, come ad esempio il come Clio:

  • cl: la prima consonante c diventa cu (ku) ク
  • li: リ
  • o: オ

Vediamo altri esempi di nomi propri con una doppia consonante:

  • Leonardo レオナルド diventa re / o / na / ru / do
  • Aldo アルド diventa a / ru / do

Fa eccezione la serie con i suoni dove la prima consonante è T e D. La ragione è che non esiste il suono tu in giapponese, così come non esiste du. Invece di tu e du usiamo to e do nella trascrizione Katakana:

  • Pietro ピエトロ diventa pi / e / to / ro
  • Sandro diventa sa / n / do / ro サンドロ
Se il nome termina con una consonante, si utilizza la sillaba contenente quella consonante e la vocale u
  • Oscar si scompone in o / su / ka / ru オスカル
Amadeus
Il nome Amadeus

Consonanti doppie in Katakana

Per le consonanti doppie seguiamo le stesse regole viste per lo hiragana: scriviamo la sillaba tsu ツ in piccolo (ッ), prima della consonante che vogliamo raddoppiare.

  • Alessandro: a / re / ssa / n / do / ro アレッサンドロ
  • Antonella: a / n / to / ne / rra アントネッラ

Le consonanti doppie N ed M invece vengono sostituite da n ン, e non usano in questo caso lo tsu ツ scritto in piccolo:

  • Emma: e / n / ma エンマ
  • Anna: a / n / na アンナ

Trascrizione di "gli" e "gn" in Katakana

gna, gni, gnu, gne, gno si trascrivono ニャ、ニ、ニュ、ニェ、ニョ e il suono gli diventa ri リ
  • Guglielmo: gu / ri / e / ru / mo グエルモ
  • Magno: ma / nyoニョ
  • Mantegna: ma / n / te / nya マンテニャ; Mantegna è un (みょう)() o ファミリネーム cognome

Simbolo del "trattino" in Giapponese

Introduciamo il trattino ー dopo la vocale o sillaba per creare la vocale doppia. Per il katakana è più semplice, per ogni vocale doppia abbiamo un semplice .

Vediamo altri ()(まえ) namae, i nomi di persona:

  • ソーニャ Sonia
  • マリーザ Marisa
  • ダニエーレ Daniele

Nella lingua italiana non abbiamo le vocali doppie trascritte a livello grafico. Le vocali doppie nascono invece dall'allungamento della vocale, dovuto all'accento.

Suoni della serie SA サ e ZA ザ

Come avete visto il nome Marisa viene reso con la sillaba ザ za il cui suono si avvicina maggiormente a quello della fonetica italiana. Se scrivessimo lo stesso nome マリー, il suono che ne verrebbe fuori sarebbe Marisa pronunciato come in sa di sasso.

  • テレ Teresa
  • ボルゲー il cognome Borghese
  • コルト・マルテー il personaggio immaginario dei fumetti Corto Maltese creato da Hugo Pratt
  • アッッラ il nome Azzurra
corto martese
Corto Maltese, personaggio cult dei fumetti di Hugo Pratt

Il suono "V" in Katakana

  • ヴァ va di Valentina ヴァレンティーナ
  • ヴィ vi di Viviana ヴィヴィアーナ
  • vu di Vulcano ルカーノ
  • ヴェ ve di Veronica ヴェロニカ
  • ヴォ vo di Ivo イーヴォ

I vari escamotages per trascrivere suoni che nella lingua giapponese non esistono. Nel caso della consonante V, viene utilizzata la vocale U e vengono accostate in basso in piccolo le vocali.

  • ヴェネト(しゅう) la regione del Veneto
  • ヴァルテッリーナ la Valtellina
  • ヴェネツィア Venezia

La Z dura pronunciata ts o quella sonora pronunciata ds?

  • ツァ za di Enza エンツァ
  • ツィ zi di Marzio マルツィ
  • ツ zu di cazzuola
  • ツェze di carezze
  • ツォ zo di Lorenzo ロレンツォ
medicifirenze
Lorenzo de' Medici

Come trascrivere "F" in Katakana

E con Firenze フィレンツェ introduciamo la trascrizione della consonante F il cui suono non esiste in giapponese.

La sillaba fu フ si avvicina leggermente al suono italiano:

  • ファ fa di Raffaella ラッファエッラ
  • フィ fi di Fiesta フィエスタ
  • fu di Fulvio フルヴィオ
  • フェ fe di Fedra フェドラ
  • フォ fo di Fosca フォスカ
fellini
Il grande regista, sceneggiatore, fumettista, attore e scrittore italiano Federico Fellini

I suoni TA, TI, TU, TE e TO in Katakana

  • ta di Rita
  • ティ ti di Tino, unisce la sillaba te テ e la i ィ in piccolo ティーノ
  • トゥ tu di Turati, unisce to ト e u ゥ in piccolo トゥラーティ
  • te di Tecla クラ
  • to di Alberto アルベル
puglia
Regione Puglia, Ostuni
  • トゥッリオ Tullio
  • ティツィアーナ Tiziana
  • テルツィオ Terzio

I suoni DA, DI, DU, DE e DO in Katakana

  • da come Daniele ニエーレ
  • ディ di come Dino ディーノ utilizza il carattere de デ seguito dalla i ィ scritta in piccolo
  • ドゥ du come Ducati ドゥカーティ formato da do ド + u ゥ scritta in piccolo
  • de come Adelaideライ
  • do come Edoardo エドアル
Il suono ジェ ge di Genova ジェノヴァ

Formato dal carattere ジ ji + ェ e scritto in piccolo

  • イタリアのジェラート il gelato italiano
  • ジェア・マリーナのホテル gli hotel di Igea marina

Nomi dei Paesi in Katakana

I nomi dei paesi (こく)(めい) sono termini originali giapponesi, non seguono la fonetica italiana, ma trascrivono il termine preso dalle varie lingue e adeguato alla fonetica giapponese:

  • イタリア Itaria dall'italiano Italia
  • フランス Furansu dal francese France
  • ドイツ Doitsu dal tedesco Deutsch
  • インド India
  • カナダ Canada
  • アルゼンチン Argentina
  • モロッコ Marocco
  • ケニア Kenia
  • スペイン Spagna
  • ポルトガル Portogallo

Le Regioni italiane in Katakana

  • ロンバルディア Lombardia
  • リグリア Liguria
  • トスカーナ Toscana
  • モリーゼ Molise
  • ラツィオ Lazio
  • カンパニア Campania
  • エミリア・ロマーニャ Emilia Romagna
  • シチリア(とう) Isola della Sicilia
  • サルデーニャ(とう) Isola della Sardegna

Per il suono SI non presente nella fonetica giapponese, abbiamo la trascrizione corretta スィ che riproduce il suono si di Sicilia, tuttavia è ancora comune trovare la sillaba come "shi" シ. Per il nome Simona ad esempio la trascrizione è スィモーナ, ma potreste trovare talvolta anche シモーナ.

Nomi di Brand famosi in Katakana

  • ジョルジオ アルマーニ Giorgio Armani
  • ヴァレンティノ Valentino
  • ルイ・ヴィトン Louis Vuitton
  • アシックス Asics
  • ナイキ Nike
  • マイケル・コース Michael Kors
  • ベネットン Benetton
  • マンダリナダック Mandarina Duck
  • コチネッレ Coccinelle
  • フルラ Furla
  • クリスチャン・ディオール Christian Dior
  • エルメス Hermes
  • シャネル Chanel
laurapausini
Cantante italiana Laura Pausini

Ho riportato il nome della nota cantante italiana Laura Pausini. Notate come la sillaba si in Pausini sia resa con "ji" ジ in giapponese e la lettura risulterebbe leggermente diversa dal suono originale. La trascrizione più vicina è ラウラ パウセィーニ dove la sillaba SI è resa con se セ + iィ scritto in piccolo: セィ

grappa
Bottega Alexander grappa

Esercizi di trascrizione in Katakana

Ora tocca a voi! Riposto una serie di nomi di vario genere, possono essere personaggi pubblici attuali, personaggi storici, marchi di automobili, pietanze della cucina italiana e indirizzi...

Proviamo a leggerli! ()んでみましょう!

  • ジェリースコッティ
  • ランブロギーニ
  • ジュゼッペ・ガリバルディ
  • ヴィアーレ・ロンバルディーア
  • ティラミス
  • アレッサンドロ・マンゾーニ
  • ピアッツァ・ドゥオーモ
  • フィアット
  • スパゲッティ・アッラ・カルボナーラ
  • ジョット
  • ヴィーノ・ ビアンコ
  • ジェーアックス
  • アンゴロ・ロヴェッリ
  • ヴェスパ
  • アルファロメオ

E in ultimo allego una parte presa direttamente da una guida turistica giapponese sulla città di Roma. Quali sono i monumenti e i luoghi riportati?

Roma
ローマの地図 - la mappa di Roma

Se ti interessa ricevere nuovi esercizi ogni settimana, puoi iscriverti alla nostra newsletter.

Parole chiave

katakanakatakana sillabariokatakana guidakatakana guida completaimpara i katakanaimparare katakanacosa sono i katakanacome trascrivere con i katakanacome trascrivere nomi in katakanacome trascrivere parole in katakanagokugoku appgokugoku bloggokugoku newslettergiapponese newsletterimpara il giapponesestudio del giapponese

Impara qualcosa di nuovo ogni settimana 🇯🇵 🇮🇹

Ogni settimana nuovi spunti, notizie e spiegazioni sulla lingua Giapponese, direttamente sulla tua email 📧

Ti potrebbe interessare 👇

Come funzionano i numeri in Giapponese
Come funzionano i numeri in Giapponese

Impariamo come funziona il sistema numerico giapponese: come contare e pronunciare i numeri e come di formano le date.

Come iniziare a studiare il Giapponese dall'Italiano
Come iniziare a studiare il Giapponese dall'Italiano

Scopri come imparare il Giapponese dall'Italiano. Guida completa su come iniziare e come funziona il Giapponese per italiani.

Dakuten, Handakuten e Suoni Contratti - Leggere Hiragana
Dakuten, Handakuten e Suoni Contratti - Leggere Hiragana

Oggi impariamo a leggere i caratteri Hiragana con Dakuten e Handakuten, oltre che a leggere i suoni contratti del Sillabario.

Imparare a leggere i caratteri Hiragana in Giapponese
Imparare a leggere i caratteri Hiragana in Giapponese

Il primo passo per imparare la lingua Giapponese è l'Hiragana. Oggi impariamo a leggere i caratteri Hiragana in Giapponese.

Introduzione alle Particelle in Giapponese
Introduzione alle Particelle in Giapponese

Le Particelle o Posposizioni sono fondamentali in Giapponese e servono per specificare grammaticalmente il significato della frase.

これ, この, それ, その, あれ, あの | Kosoado, Parte 1 - Impara Grammatica Giapponese
これ, この, それ, その, あれ, あの | Kosoado, Parte 1 - Impara Grammatica Giapponese

Impariamo i termini これ, この, それ, その, あれ, あの in Giapponese. Questi fanno parte dei Kosoado, sono pronomi e aggettivi dimostrativi che significano Questo/Quello.