Impara gli Origami e il Giapponese

Author Anna Baffa Volpe for article 'Impara gli Origami e il Giapponese'

Anna Baffa Volpe

13 min di lettura

(みな)さん、こんにちは! Ben ritrovati!

Oggi facciamo un esercizio un po' diverso da quelli proposti sinora e dalla forma adottata negli altri post.

Vi propongo un breve video in cui si insegna la tecnica per realizzare un origami (()(かみ)). Il nome di questa antica arte giapponese è conosciuto così com'è in tutti i paesi e il significato è piegare la carta o piegare il foglio:

  • ()り base verbale da ()る il verbo piegare
  • (かみ) foglio, carta, paper
Ho scelto questo video, perchè come vedrete riporta per ogni passaggio la frase scritta in giapponese e la voce dell'origamista che spiega. E' un esercizio di lettura, comprensione e ascolto.

Riporto sotto le singole frasi con la traduzione. Consiglio di ascoltare una o due volte il video guardando anche le frasi in sovraimpressione e poi addentrarsi nella lettura dei kanji e delle parole nuove con le varie regole di grammatica.

libroperorigami
花の折り紙, libro per realizzare i fiori con la tecnica dell'origami

Materiale necessario per realizzare un origami

Vediamo cosa chiede il maestro all'inizio del video: (ひつ)(よう)(もの), cioè le cose che servono per la realizzazione:

  • ()(がみ) un foglio per origami
  • ペン una penna, un pennarello

In ogni passaggio e frase troveremo termini nuovi e regole grammaticali per la coniugazione dei verbi. Di volta in volta riporterò i link dove potete trovare la spiegazione.

In alcuni punti mi soffermerò sulla regola o sul termine da chiarire. È un'occasione di ripasso per chi conosce già i termini, e un’opportunità di studio e spunto di ricerca per chi non ha ancora trovato i kanji e le parole riportati.

Verbi in forma masu

Troveremo per tutto il video e la spiegazione il verbo:

  • ()ります piega , piegate

Ricordiamo che il verbo in giapponese non viene coniugato secondo la persona, quindi la stessa forma vale per tutte le persone

I pochi verbi utilizzati in questo video a fine frase sono tutti nella forma in masu affermativa e nel tempo presente.

では
さっそく
(つく)ってみます。

Bene, proviamo subito a realizzarlo.

In questa frase abbiamo visto un'altra forma molto comune e di largo uso nella lingua giapponese: la forma in te.

In particolare il verbo principale nella forma in て unito al verbo ()る che traduce il provare a fare qualcosa, cercare di fare qualcosa.

(つく)
(つく)
(つく)って

(かい)(がら), la conchiglia

Il video è tratto da una serie chiamata (なつ)()(がみ), gli origami estivi. In questa puntata è stata scelta la conchiglia come tema e oggetto.

Possiamo anche usare l'espressione

  • (かい)(がら)()(かた): come piegare una conchiglia
  • ()(かた) ha la stessa struttura di ()(がみ), utilizza la base verbale in i e il sostantivo (かた) che in questo caso significa modo , maniera
  • (かん)()()(かた) come scrivere un kanji dal verbo ()く nella sua base in i + kata
(うら)(がえ)して
(じょう)()
()(ゆう)
(かど)
くる
ように
()きます。

Girate il foglio e posizionatelo in modo che gli angoli siano in alto e in basso, a sinistra e a destra.

Fare in modo di ...

verbo 1 + ように + Verbo 2

Il verbo nella forma del dizionario o base in u + ように + un altro verbo: traduce il concetto di fare in modo che oppure fare in modo di.

バス
()()うように、
(いそ)ごう
よ。

Sbrighiamoci in modo da fare in tempo per il bus!

Il verbo 1 è ()() essere in tempo , fare in tempo + ように+verbo 2 (いそ)affrettarsi , nella sua forma esortativa (いそ)ごう!

fronteretro
表と裏, fronte e retro
  • (うら) indica il retro, la parte posteriore
  • (かえ)す è un verbo che significa restituire o rivoltare
  • (うら)(がえ)す che unisce i due concetti forma il verbo girare, voltare, rovesciare

Destra, sinistra, in alto e in basso

  • (みぎ) destra
  • (ひだり) sinistra
  • (うえ) sopra, la parte superiore
  • (した) sotto, la parte inferiore

Le pronunce riportate dei 4 kanji sono pronunce kun, pronunce giapponesi.

Impara qualcosa di nuovo ogni settimana 🇯🇵 🇮🇹

Ogni settimana nuovi spunti, notizie e spiegazioni sulla lingua Giapponese, direttamente sulla tua email 📧

Letture Kun e letture On dei Kanji

La pronuncia kun di un kanji è di origine giapponese, è la parola giapponese che è stata associata a quel kanji.
  • (した)(かど) angolo inferiore
  • (うえ)(かど) angolo superiore
(した)
(かど)
(うえ)
(かど)
()わせて
()ります。

Piegate l'angolo inferiore in linea con quello superiore.

Nella frase che segue noterete invece che i kanji (ひだり) e (みぎ) hanno un'altra pronuncia:

  • (ユウ) lettura per sinistra
  • () lattura sa per destra

Abbiamo qui la lettura secondo la pronuncia on:

La pronuncia on è di origine cinese, in genere è più corta della pronuncia kun e si usa quando due kanji si uniscono e formano una nuova parola.

Per differenziare le due pronunce è possibile trovare la lettura kun scritta in hiragana e quella on in katakana; in caso si utilizzi il Rōmaji , i caratteri latini, la pronuncia kun si scrive in *stampatello minuscolo e la on in Maiuscolo.

kanjigiapponesi
海 mare; pronuncia kun: umi e pronuncia On: Kai
()(ゆう)
(かど)
()わせて
()(すじ)
()けます。

Piegare insieme gli angoli destro e sinistro.

diagonale
折り筋, la piega

()(すじ) è una parola che sentirete spesso nell'arte dell'origami:

  • (すじ) ha svariati significati, da muscolo e tendine, a vena, fibra e anche linea e striscia come nel nostro caso
  • ()(すじ) è quindi la piega, spesso tradotta anche diagonale
()(ゆう)
(かど)
(した)
(ちゅう)(しん)
()わせて
()ります。

Piegate l' angolo destro e sinistro insieme al centro.

()(なか)
2つ
(かど)
(そと)(がわ)
(かど)
()わせて
()ります。

Piegate i due angoli centrali insieme agli angoli esterni.

Forma in te

Ritroviamo la forma in て molto utilizzata nella lingua giapponese e con svariati significati. Noterete che quando parla di piegare non utilizza solo il verbo ()る ma fa precedere ad esso un altro verbo: ()わせる nella sua forma in te:

  • ()わせる significa unire, congiungere e la sua forma in te diventa ()わせて + ()ります

In questo caso la forma in te ha valenza di proposizione coordinata espressa dalla congiunzione e: unisco e piego che noi rendiamo anche con piegare in linea con...

()(ゆう)
(ひら)きます。

Aprite il lato sinistro e destro.

Il centro di ogni cosa è (ちゅう)(しん)

  • (まち)(ちゅう)(しん)() centro città
  • (れき)()(てき)(ちゅう)(しん)() il centro storico
  • ()(きゅう)(ちゅう)(しん) centro della Terra

L'aggettivo centrale diventa (ちゅう)(しん)の oppure (ちゅう)(しん)(てき)な:

  • (ちゅう)(しん)(てき)(そん)(ざい) è una persona centrale cioè una persona chiave e importante in una situazione
()(ゆう)
(はし)
(ちゅう)(しん)
()(すじ)
()わせて
()ります。

Piegate il bordo sinistro e destro in linea con la piega centrale.

  • (はし) rappresenta il bordo del foglio
triangolo
三角形, il triangolo

La figura geometrica del triangolo viene tradotta (さん)(かく) oppure (さん)(かく)(けい) dove il kanji (かた) indica la forma , la figura e lo stile.

(みぎ)(がわ)
(さん)(かく)
(ひだり)
(たお)します。

Piegate il triangolo destro verso sinistra.

  • (たお)す nella forma in masu (たお)します, il verbo utilizzato nella frase sopra significa far cadere qualcosa, mettere qualcosa su un fianco, inclinare
(みぎ)
(した)
(はし)
(ちゅう)(しん)
()(すじ)
()わせて
()ります。

Piegate il bordo inferiore destro in linea con la piega centrale.

(さん)(かく)
2(まい)
(みぎ)
めくります。

Girate i due triangoli a destra.

  • めくる che nella forma in masu diventa めくります ha il significato di voltare, girare e anche sfogliare un libro
(ひだり)
(した)
(はし)
(ちゅう)(しん)
()(すじ)
()わせて
()ります。

Piegate il bordo inferiore sinistro verso la piega centrale.

(さん)(かく)
(いち)(まい)
(みぎ)
めくります。

Ruotate il triangolo verso destra.

なるようになる "che sarà" / "sarà"

Questo noto modo di dire e anche titolo di alcune canzoni è per introdurre la forma verbale che troverete nella frase successiva:

  • sostantivo + になるように
  • なる è il verbo diventare ed è preceduto dalla particella に ad esempio: ()()になる diventare ingegnere

Il significato è quindi fare in modo che qualcosa diventi...:

(うえ)
(かど)
()(ゆう)
(かど)
(おな)
ぐらい
(たか)
になるように
()ります。

Piegate in modo che l'angolo superiore sia a filo con l' angolo destro e sinistro.

Ritorniamo alla nostra espressione con なる e traduciamola letteralmente:

  • (うえ)(かど)()(ゆう)(かど)(おな)じぐらいの(たか)さになるように()る: piegare in modo che l'angolo superiore diventi all'incirca della stessa altezza dell'angolo destro e sinistro
(した)
()(ゆう)
(かど)
ほんの(すこ)
()ります。

Piegate leggermente l' angolo inferiore destro e sinistro.

をほんの少し
ほんの少しの気持ち, è solo un pensiero
  • ほんの(すこ) poco , solo un po' , leggermente
  • ほんの(すこ)し+verbo: ほんの(すく)()べる mangiare poco
  • ほんの(すこ)し+の+sostantivo ほんの少しの勇気で con un po' di coraggio

Quando una persona ci ringrazia per un dono fatto, rispondiamo utilizzando l'espressione dell'immagine sopra: ほんの(すこ)しの()()ち oppure semplicemente ほんの()(もち): di nulla, è solo un pensiero.

(うら)(がえ)して、
ペン
()(よう)
かきます。

Girate il foglio e disegnate un motivo con il pennarello.

これで
(かい)(がら)
(かん)(せい)です。

Ecco completata la conchiglia.

やった!
yatta!: finito, bene, ce l'abbiamo fatta!

Impara qualcosa di nuovo ogni settimana 🇯🇵 🇮🇹

Ogni settimana nuovi spunti, notizie e spiegazioni sulla lingua Giapponese, direttamente sulla tua email 📧

Ti potrebbe interessare 👇

7 Consigli per studiare il Giapponese da Autodidatta
7 Consigli per studiare il Giapponese da Autodidatta

Vuoi imparare il Giapponese ma non sai dove iniziare? Ecco 7 consigli per iniziare a studiare il Giapponese da autodidatta.

Come leggere un manga in Giapponese
Come leggere un manga in Giapponese

Guida dettagliata passo dopo passo su come imparare a leggere un manga in lingua originale Giapponese.

Come leggere ogni tipo di frase in Giapponese
Come leggere ogni tipo di frase in Giapponese

Impariamo a leggere e tradurre una frase in Giapponese attraverso un metodo semplice e veloce valido per qualsiasi tipologia di frase.

Forme Condizionali in Giapponese
Forme Condizionali in Giapponese

Impariamo tutte le forme condizionali in Giapponese: come usare il condizionale in Giapponese in tutte le sue forme e in ogni situazione.

Imparare a leggere i caratteri Hiragana in Giapponese
Imparare a leggere i caratteri Hiragana in Giapponese

Il primo passo per imparare la lingua Giapponese è l'Hiragana. Oggi impariamo a leggere i caratteri Hiragana in Giapponese.

Introduzione agli Aggettivi in Giapponese
Introduzione agli Aggettivi in Giapponese

Come funzionano gli aggettivi in Giapponese? Oggi introduciamo gli aggettivi in Giapponese partendo dalle basi, per chi ha appena iniziato lo studio della lingua.