Introduzione alle Particelle in Giapponese

Author Anna Baffa Volpe for article 'Introduzione alle Particelle in Giapponese'

Anna Baffa Volpe

12 min di lettura

Oggi introduciamo una parte della grammatica giapponese fondamentale nell'analisi e comprensione di un testo: le Particelle.

Le particelle in Giapponese vengono chiamate (じょ)():

  • 助 significa aiuto, ausilio
  • 詞 significa particella

Vengono anche chiamate Posposizioni in quanto, a differenza delle preposizioni, seguono il sostantivo o l'elemento che vanno a modificare.

Cosa sono le particelle

Una particella in Giapponese è un termine che non ha un significato proprio (come un sostantivo o verbo) ma serve invece per specificare grammaticalmente il significato della frase.

Vediamo alcuni semplici esempi iniziali:

ローマ

A Roma

Formato da Roma (ローマ) + a (へ), dove へ è la particella.

(とも)(だち)

Con un amico

Formato da Amico (とも)(だち) + con (と), dove と è la particella.

Le particelle sono un concetto specifico della lingua Giapponese, e non esistono in molte lingue occidentali

In questo post andiamo a vedere insieme le particelle di uso comune nella lingua, le loro particolarità e il loro utilizzo.


La prima particella che si apprende in genere è proprio は (ha, che si legge wa) che rappresenta il soggetto / tema della frase.

E' spesso utilizzata in unione con il verbo essere identificazione o copula だ.

(かれ)
(せん)(しゅ)だ。

Lui è un atleta.

は viene spesso associata al soggetto della frase, in realtà essa determina l'argomento di cui si parla

Il concetto che esprime è in quanto a..., in merito a..., per quanto riguarda..., ma questa espressione non viene propriamente tradotta di solito.

は può essere sostituito dalla particella も che traduciamo anche.

(わたし)
(せん)(しゅ)だ。

Anche io sono un atleta.

Consideriamo che molto spesso la particella は va a indicare elementi che non rappresentano propriamente il soggetto, possono indicare il complemento oggetto oppure enfatizzare altri complementi come quello di luogo e tempo.

(こう)(えん)
には
(だれ)もいない。

Non c'è nessuno al parco.

には come vediamo va ad enfatizzare il luogo cui ci si riferisce, il parco in questo caso.

Come abbiamo visto nella sezione precedente, la particella も (mo) significa anche e può essere utilizzata singolarmente come particella oppure unita ad altre.

ルカはイタリア
(じん)です。
マルコもイタリア
(じん)です。

Luca è italiano. Anche Marco è italiano.

Se utilizziamo も invece diventa: sostantivo A + も + sostantivo B + も e si traduce sia A sia B. La frase precedente si può unire:

ルカもマルコもイタリア(じん)です。

Luca e Marco sono entrambi italiani.

が (ga) come particella viene associata al soggetto della frase.

Il concetto di soggetto è particolare e diverso nelle varie lingue. Consideriamo che molto spesso quello che noi consideriamo soggetto in giapponese viene omesso (soggetto sottinteso). 

が è una particella che enfatizza l'elemento cui si riferisce.

友達
道路
渡ったのを見た

Ho visto un mio amico che attraversava la strada.

Il punto che voglio sottolineare è il fatto che io l'abbia visto oppure l'azione dell'amico che attraversava la strada?

La risposta è la seconda: l'amico che attraversa la strada contiene la particella が che enfatizza l'importanza della frase rispetto agli altri elementi.

Nelle proposizioni secondarie si utilizza la particella が, ad esempio nella frase relativa:

(とも)(だち)
()いてくれた()(がみ)

La lettera che un amico mi ha scritto

(あめ)
()っている
ので()かけない

Piove, non esco

Letteralmente tradotto come Considerato che piove / visto che piove, non esco.

Il verbo piacere, amare ha una costruzione che prevede l'uso delle due particelle は e が: soggetto + は + la cosa che piace + が + ()
()(とも)
()()
()きだ。

I bambini amano i dolci.

Negli interrogativi abbiamo sempre が:

  • だれが chi?
  • どなたが chi in forma cortese
  • (なに)che cosa?
  • どれが quale?
  • どこが? dove?
(なに)
(はじ)まるの?

Che cosa inizia?

どこが
(いた)
ですか。

Dove ti fa male?

La particella の (no) esprime il complemento di specificazione, il caso genitivo, e sottolinea la relazione che intercorre tra il termine che precede e quello che segue la stessa.

sostantivo + の + sostantivo

(れき)()
(ほん)

Un libro di storia

I due termini uniti da の risultano invertiti rispetto alla lingua italiana e ricordano invece il genitivo sassone che molte lingue europee utilzzano:

ルカ
(おとうと)

Il fratello di Luca (Luke's brother)

Gli aggettivi possessivi vengono espressi utilizzando la particella の
  • (わたし)のバッグ la mia borsa
  • (かの)(じょ)()(まえ) il suo nome
  • 我々(われわれ)学校(がっこう) la nostra scuola

を accompagna un sostantivo che rappresenta il complemento oggetto nella frase con un verbo transitivo, e che risponde alla domanda chi? che cosa?.

(ほん)
()む。

Leggere un libro.

Molto spesso quelli che per molte lingue sono verbi intransitivi risultano invece transitivi in giapponese, la traduzione è quindi leggermente diversa.

Ad esempio i verbi di moto (ある) (camminare) e (はし) (correre) reggono la particella を e sono transitivi in giapponese.

(みち)
(ある)

Camminare per la strada

(こう)(えん)
(はし)

Correre nel parco

In questi casi la particella を indica il modo per luogo o attraverso luogo.

を viene utilizzata anche nel complemento di moto da luogo
(いえ)
()る。

Uscire da casa.

バス
()りる。

Scendere dal bus.

Impara qualcosa di nuovo ogni settimana 🇯🇵 🇮🇹

Ogni settimana nuovi spunti, notizie e spiegazioni sulla lingua Giapponese, direttamente sulla tua email 📧

La particella に (ni) ha diversi utilizzi e significati. Andiamo a vedere i principali.

Tempo Indeterminato: quando?

に può indicare il tempo o orario in cui viene compiuta un'azione.

レッスン
()(ぜん)8()
(はじ)まる。

La lezione ha inizio alle 8.

()()
1()
(しょく)()食事します。

Pranzo alle 13:00.

Stato in luogo: dove?

に viene utilizzata con i verbi di esistenza ある e いる che traduciamo esserci, c'è, ci sono.

ある utilizzato per le cose inanimate (oggetti) e いる per gli esseri animati (persone, animali).

エフェル
(とう) は どこにありますか。パリに
あります。

Dove si trova la Torre Eiffel? Si trova a Parigi.

(こう)(えん)
()(ども)
がいます。

Nel parco ci sono dei bambini.

(いぬ)
います。

Ci sono anche dei cani.

(はな)
あります。

Ci sono anche dei fiori.

Moto a luogo: verso dove?

Per il moto a luogo dobbiamo introdurre la particella へ che si scrive con il kana per he, ma si legge e.

In origine la particella に indicava il punto di arrivo nel moto e へ la direzione del moto. Oggi sono comunemente intercambiabili e nella traduzione non notiamo la differenza.

(とう)(きょう)
()

Vado a Tokyo

(とう)(きょう)
()

Vado a Tokyo

どこに
()くの?

Dove vai?

Complemento di termine: a chi?

Il complemento di termine viene espresso con la particella に, indica la persona cui si è donato qualcosa o verso cui si è compiuta l'azione.

(とも)(だち)
(でん)()する

Fare una telefonata ad un amico

(せん)(せい)
(しつ)(もん)する

Fare una domanda all'insegnante

Agente: da chi?

Nella frase in forma passiva la particella に indica l'agente, colui che ha compiuto l'azione, o meglio, colui dal quale l'azione è stata compiuta.

(せん)(せい)
()められた。

Sono stato elogiato dall'insegnante.

から - まで

Anche le particelle から (kara) e まで (made) hanno diverse significati che andiamo a vedere.

Moto da luogo: da dove? da dove fino a dove?

Sostantivo + から

ロンドン
から

Da Londra

ローマ
から
ミラノへ

Da Roma verso Milano

から può anche essere accompagnata dalla particella まで per indicare il punto di partenza e il punto di arrivo del moto. まで si traduce così come fino a.

(おお)(さか)
から
(きょう)()まで

Da Osaka fino a Kyoto

(いえ)
から
学校(がっこう)
まで
(ある)いて
15(ふん)
かかる。

Da casa a scuola a piedi ci vogliono 15 minuti.

Gli interrogativi che utilizzano la particella から che ci tornano utili nelle domande sono:

  • どこから? da dove?
  • どこまで? a dove?

Troviamo から anche quando si chiede o esprime la provenienza, come ad esempio:

どちら
から
ですか。

Da dove viene?

L'avverbio che traduce dove è どこ, ma utilizzare solo どこ quando facciamo una domanda ad un'altra persona risulterebbe diretto e non cortese. Si preferisce così utilizzare la forma どちら che risulta più discreta posso chiederle da dove proviene?.

Tempo continuato: da quando a quando?

から e まで sono usati anche in contesti temporali e rappresentano il complemento di tempo continuato che esprime l'intervallo di tempo in cui viene compiuta un'azione.

(げつ)(よう)()
から
(きん)(よう)()まで

Da lunedì a venerdì

Come visto in precedenza, la particella へ (he) si legge e. Anche questa particella ha diversi utilizzi.

Moto da luogo: dove? verso dove?

Abbiamo visto come へ insieme a に esprimano il moto a luogo e come queste due particelle siano spesso intercambiabili.

(そと)
()

Uscire fuori

(ふう)(とう)
入れる

Mettere (qualcosa) nella busta

へ viene anche utilizzata come termine cui si volgono le nostre azioni.

(かあ)さん
プレゼントしてきた

Ho fatto un regalo a mia mamma

Anche in questo caso へ può essere sostituita da に:

(かあ)さん
プレゼントしてきた

Ho fatto un regalo a mia mamma

Impara qualcosa di nuovo ogni settimana 🇯🇵 🇮🇹

Ogni settimana nuovi spunti, notizie e spiegazioni sulla lingua Giapponese, direttamente sulla tua email 📧

Anche la particella で (de) ha svariate funzioni e utilizzi nella lingua.

Luogo: dove hai compiuto l'azione?

La particella で esprime il luogo, in particolare ad un'azione svolta in un luogo:

()(しょ)(かん)
(べん)(きょう)する。

Studiare in biblioteca.

(ゆう)便(びん)(きょく)
(はたら)く。

Lavorare all'ufficio postale.

Mezzo: con che cosa?

Il mezzo che utilizziamo per compiere un'azione è espresso da で. Può essere ad esempio un mezzo di trasporto per i nostri spostamenti:

(でん)(しゃ)
(いえ)
(かえ)

Ritornare a casa in treno

Oppure uno strumento con cui compiamo un'azione, un'attività, un lavoro:

ナイフ
()(さい)
()

Tagliare la verdura col coltello

コンピューター
()()ること

Le cose che si possono fare con il computer

Vediamo infine il significato e l'utilizzo della particella と (to).

Compagnia: con chi?

La particella と viene utilizzata come congiunzione che unisce due elementi, due oggetti, persone o situazioni, tradotta semplicemente con e:

(ぼく)
(きみ)

Io e te

コーヒー
クッキー

Caffè e biscotti

La particella と esprime anche il complemento di compagnia. Traduciamo と con i termini con, insieme a, in compagnia di.

(とも)(だち)
()

Uscire con gli amici

クラスメート
(しょく)()してきた。

Ho pranzato insieme ai miei compagni di classe.


Questo è tutto per questa nostra prima intorduzione alle particelle in Giapponese. Abbiamo visto le particelle più usate e il loro principali utilizzi. Come spesso succede in Giapponese, molte di questa particelle hanno diversi significati e sfumature.

Le particelle sono un argomento molto importante nello studio della lingua Giapponese. Ti invitiamo a rileggere questo post e a contattarci per domande o dubbi su questo argomento. Nei prossimi post andremo più in dettaglio a spiegare i particolari delle varie particelle in Giapponese.

Puoi iscriverti alla nostra newsletter qui in basso per rimanere aggiornato e imparare di più sulla lingua Giapponese 👇

A presto.

Parole chiave

particelleparticelle giapponesecosa sono le particelle giapponeseimparare le particelle giapponeseintroduzione particelle giapponesecome funzionano le particelle giapponesestudio particelle giapponeseimpara particelle giapponeseparticelle principali giapponeseparticelle principali lingua giapponeseparticelle grammatica giapponeseparticelle grammaticagokugoku appgokugoku bloggokugoku newslettergiapponese newsletterimpara il giapponesestudio del giapponese

Impara qualcosa di nuovo ogni settimana 🇯🇵 🇮🇹

Ogni settimana nuovi spunti, notizie e spiegazioni sulla lingua Giapponese, direttamente sulla tua email 📧

Ti potrebbe interessare 👇

7 Consigli per studiare il Giapponese da Autodidatta
7 Consigli per studiare il Giapponese da Autodidatta

Vuoi imparare il Giapponese ma non sai dove iniziare? Ecco 7 consigli per iniziare a studiare il Giapponese da autodidatta.

Coniugazioni Verbi in Giapponese - Guida Completa
Coniugazioni Verbi in Giapponese - Guida Completa

Impara tutte le coniugazioni base dei verbi nella lingua Giapponese: come funzionano, cosa significano, e esempi di come si usano.

Forme Condizionali in Giapponese
Forme Condizionali in Giapponese

Impariamo tutte le forme condizionali in Giapponese: come usare il condizionale in Giapponese in tutte le sue forme e in ogni situazione.

Guida alle Particelle in Giapponese - Parte 2
Guida alle Particelle in Giapponese - Parte 2

Le particelle sono fondamentali in Giapponese. Impariamo oggi delle nuove particelle molto usate: や, など, だけ, ばかり, のみ, ぐらい, ごろ, しか, e より.

Introduzione agli Aggettivi in Giapponese
Introduzione agli Aggettivi in Giapponese

Come funzionano gli aggettivi in Giapponese? Oggi introduciamo gli aggettivi in Giapponese partendo dalle basi, per chi ha appena iniziato lo studio della lingua.

Introduzione ai Verbi in Giapponese
Introduzione ai Verbi in Giapponese

Come funzionano i verbi in Giapponese? Oggi introduciamo i verbi in Giapponese partendo dalle basi, per chi ha appena iniziato lo studio della lingua.