Dare in Giapponese - I verbi さしあげる, あげる, やる

Author Anna Baffa Volpe for article 'Dare in Giapponese - I verbi さしあげる, あげる, やる'

Anna Baffa Volpe

6 min di lettura

Oggi riprendiamo e sviluppiamo un argomento utile e importante nella lingua giapponese, riguardo ai verbi del dare espressi con ()()げる sashiageru, あげる ageru e やる yaru.


I verbi che esprimono dare e ricevere

Questo argomento è a mio parere interessante e intrigante, perchè va oltre un discorso puramente linguistico, grammaticale. Occorre richiamare alcuni concetti di carattere culturale per utilizzare bene questa tipologia di verbo.

I verbi che traducono il dare e il ricevere vengono chiamati in giapponese やりもらい oppure (じゅ)(じゅ)

Oggi vediamo insieme la parte dei verbi legati al concetto del dare, del donare con i 3 verbi:

  • ()()げる sashiageru
  • あげる ageru
  • やる yaru

Uchi e Soto

Abbiamo richiamato nei post pubblicati i concetti di uchi che riguardano la mia sfera personale, la mia famiglia, gli amici e i colleghi, le persone con cui ho intimità e confidenza e e soto, tutti coloro che sono al di fuori della mia sfera: conoscenti, estranei, persone con cui è opportuno mantenere una certa distanza.

Verbo dare espresso da ()()げる

Sashiageru viene utilizzato verso le persone che occupano una posizione superiore nella gerarchia sociale rispetto a me in prima persona e al mio contesto uchi.

IOuchi) → sashiageru dare → verso una persona superiore

  • In questo caso rientrano anche tutte quelle persone che si conoscono, ma verso cui intimità e confidenza sono molto limitate; persone verso cui si ritiene opportuno utilizzare un linguaggio di rispetto e che crea nello stesso tempo una certa distanza.

()(うえ)(ひと) me ue no hito superiore, senior

La serie dei verbi dare e ricevere si collega ad un altro tema fondamentale della lingua giapponese: il keigo, il linguaggio onorifico nelle sue varie forme.

  • Sashiageru viene utilizzato anche come sinonimo di suru in alcuni espressioni.

()()わせの日程(にってい)については、(のち)ほどお(でん)()()()げます。

La chiamerò più tardi per fissare un incontro.

  • Come vedete in questa frase il verbo base è
  • (でん)()する telefonare e che si trasforma in
  • (でん)()()()げる con l'uso di sashiageru al posto di suru e anche del prefisso onorifico prima del sostantivo

Sashiageru non viene utilizzato in genere verso un superiore in una conversazione diretta. Quando si tratta di espressioni che rientrano nelle (じょう)()(かん)(けい) jōge kankei nei rapporti gerarchici, occorre un’attenzione e un riguardo oltre ogni regola grammaticale.

Ad esempio

(しゃ)(ちょう)(わたし)(くに)のお()()をさしあげます。

Presidente, Le dono un dolce del mio Paese.

.

La frase è corretta grammaticalmente, ma si preferisce non utilizzare il verbo dare in questo caso, andrebbe a evidenziare il fatto che io (in posizione inferiore) dono ad un superiore qualcosa e risulterebbe poco cortese e delicato.

(しゃ)(ちょう)(わたし)(くに)のお()()です。どうぞ。

Presidente, è un dolce del mio paese、 favorisca pure.

Verbo dare espresso da あげる

Ageru, il secondo verbo di questa serie, viene utilizzato con persone ritenute pari nella gerarchia sociale.

IOuchi) → ageru dare → verso una persona socialmente pari a me e al mio gruppo

Il mio interlocutore è un (たい)(とう)(ひと), un mio pari

  • (たい)(とう)の è un aggettivo che si traduce in equo, paritario, uguale

(ねえ)さんの(たん)(じょう)()(なに)をあげようかな。

Cosa posso regalare a mia sorella per il compleanno?

(らい)(げつ)日本(にほん)(かえ)ますから、()()をあげるよ。

Il prossimo mese ritorno in Giappone, ti lascio così l'arredamento di casa.

Ageru e Sashiageru con la prima e terza persona

Questi due verbi vengono utilizzati partendo da me, dalla prima persona oppure da altre persone verso terzi.

(わたし)(とも)()さんにお()()をあげた。

Ho dato dei dolci a Tomoko.

(やま)()さんは(とも)()さんへ(はな)をあげた。

Yamada ha donato dei fiori a Tomoko.

Verbo dare espresso da やる

Yaru il terzo verbo, come potete dedurre, riguarda rapporti di inferiorità. Viene usato in situazioni di interazioni con bambini oppure verso animali o altri esseri del creato.

(いぬ)(えさ)をやる

Dare da mangiare al cane.

(はな)(みず)をやる。

Dare l’acqua ai fiori.

あげる viene utilizzato al posto di やる in svariate situazioni

(しょう)(がつ)には()(ども)たちにお(とし)(だま)をあげます。

A Capodanno si regalano dei soldi ai bambini.

Posso usare yaru quando parlo ad un’altra persona di me e della mia famiglia oppure molto spesso tra amici con cui vi è un rapporto di confidenza.

Sashiageru in contesto uchi

Verbi come sashiageru (dare) e itadaku (ricevere) adeguati nell'interazione con i nostri superiori, in realtà possono essere utilizzati tra i membri all’interno di un contesto uchi.

Non li utilizzo quando la conversazione è con terze persone, dove allora scelgo espressioni ritenute più modeste con cui valorizzo l’altra persona e abbasso l’importanza verso me e il mio gruppo.


I verbi introdotti sono una parte dell’argomento più vasto del dare e del ricevere. Iniziamo ad esercitare questi tre verbi cercando di individuare inizialmente tutte quelle persone che formano il nostro gruppo uchi e quelle invece che rientrano in soto. それではまた!

Impara qualcosa di nuovo ogni settimana 🇯🇵 🇮🇹

Ogni settimana nuovi spunti, notizie e spiegazioni sulla lingua Giapponese, direttamente sulla tua email 📧